Fondazione Deloitte

Comunicati stampa

Fondazione Deloitte adotta il dipinto “Gesù e la Samaritana”

Fondazione Deloitte rinnova il proprio impegno per la tutela e la valorizzazione del patrimonio artistico italiano, grazie all’iniziativa “Rivelazioni – Finance for Fine Arts” di Borsa Italiana. Il finanziamento è finalizzato al restauro dell’opera, realizzata nel Seicento, attribuita a Pietro Negri ed esposta a Venezia nelle Gallerie dell’Accademia.

20 giugno 2018 – Nell’ambito della seconda edizione del progetto “Rivelazioni – Finance for Fine Arts” di Borsa Italiana in collaborazione con le Gallerie dell’Accademia di Venezia, Fondazione Deloitte ha adottato “Gesù e la Samaritana”, un’opera attribuita al pittore Pietro Negri.

Fondazione Deloitte, costituita nel febbraio 2016, rappresenta lo strumento del network Deloitte per porsi in modo sempre più responsabile e attento di fronte alla società, restituendole valore e mettendo in campo le proprie risorse e le proprie competenze. La valorizzazione e la tutela del patrimonio artistico e culturale italiano è una delle missioni in cui la Fondazione si è sempre impegnata attraverso donazioni e attività di volontariato a supporto di istituzioni e di eccellenze di settore.

Il progetto di Borsa Italiana ha l’obiettivo di promuovere e agevolare la raccolta di risorse destinate al restauro di opere d’arte da parte di aziende e operatori appartenenti alla comunità finanziaria nazionale e internazionale. In questo ambito le Gallerie dell’Accademia di Venezia hanno selezionato 8 opere che necessitano di interventi di restauro al fine di restituire loro una piena fruibilità.

Tra i capolavori proposti, Fondazione Deloitte ha scelto “Gesù e la Samaritana”, dipinto attribuito all’artista seicentesco Pietro Negri, caratterizzato dallo stile che mescola tratti della corrente dei tenebrosi ad elementi di impronta classicistica. L’opera, riprendendo lo stile di Veronesi - pittore veneziano del Cinquecento - presenta una notevole sapienza compositiva e un considerevole studio architettonico e naturalistico.

“L’adozione del dipinto ‘Gesù e la Samaritana’ attribuita a Pietro Negri rappresenta per noi un’opportunità, di cui siamo orgogliosi, per rinnovare il nostro contributo alla tutela del patrimonio artistico del nostro Paese a sostegno di una realtà di prestigio internazionale come quella rappresentata dalle Gallerie dell’Accademia di Venezia - dichiara Paolo Gibello, Presidente della Fondazione Deloitte. Siamo felici di aver preso parte all’iniziativa di Borsa Italiana, poiché crediamo nell’importanza di generare un impatto positivo sulla società, in particolare per quanto riguarda l’accessibilità e la fruizione della cultura.” 

“Ricevere un così significativo contributo da importanti realtà imprenditoriali, tramite Borsa Italiana, al riallestimento dei grandi saloni del Seicento e del Settecento delle Gallerie dell’Accademia è uno stimolo di grande efficacia e insieme l’occasione di riconsiderare opere salienti della nostra collezione” – afferma Paola Marini, Direttrice delle Gallerie dell’Accademia di Venezia.

“Siamo felici che Fondazione Deloitte abbia aderito con entusiasmo al progetto diventando uno dei mecenati della seconda edizione di Rivelazioni” – commenta Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana – Borsa Italiana è da sempre impegnata nella valorizzazione dell’eccellenza italiana e vede nel sostegno al nostro patrimonio artistico uno strumento essenziale per lo sviluppo economico del Paese”.

L'hai trovato interessante?