Vita in Deloitte

Carlandrea, Federica, Giulia, Mark Welcome On Board!

Diamo un benvenuto alle nuove colleghe e colleghi che negli ultimi mesi sono entrati nel team Deloitte! Abbiamo intervistato alcuni di loro per chiedere loro di raccontarci la loro esperienza professionale in queste primi mesi e settimane di lavoro.

Ciao, ci parli di te e del tuo nuovo ruolo in Deloitte?

CARLANDREA (Finance & Performance Private Analyst, CONSULTING): Mi chiamo Carlandrea, ho 24 anni e sono nato a Roma. Ho concluso la Laurea Magistrale in International Management alla Luiss Guido Carli ad ottobre 2020 ed ho iniziato a lavorare in Deloitte nella sede di Roma a febbraio 2021 nel ruolo di Analyst all’interno della Market Offering Finance & Performance Private. La mia figura è coinvolta all’interno di progetti di Finance Transformation finalizzati ad rendere efficiente la funzione di Amministrazione Finanza e Controllo tramite soluzioni tecnologiche, di revisione dei processi e di trasformazione digitale. Sin dalla prima settimana ho avuto l’opportunità di inserirmi in un team osservando ed imparando in prima persona i processi necessari per portare a termine il progetto e raggiungere gli obiettivi per il cliente. Ho avuto modo di notare sin da subito come all’interno del team si percepisse un ambiente molto dinamico, stimolante e di collaborazione.

FEDERICA (Audit Assistant, DELOITTE AUDIT & ASSURANCE): Ciao, sono Federica Vetrano, mi sono laureata in Economia Aziendale alla Federico II ed ho conseguito un Master in Management alla IE Business School di Madrid. Sono una ragazza curiosa verso il mondo e le sue diverse culture, motivo per cui parlo tre lingue e ho fatto varie esperienze internazionali.
Sono entrata in Deloitte ad Ottobre 2020, in piena pandemia. Ho iniziato il mio percorso da stagista e sono diventata Assistant 1 da due mesi. Non nego che non è stata una passeggiata entrare in una così grande realtà in un periodo così particolare, ma per fortuna ho avuto il supporto dei miei colleghi che sono riusciti a sopperire alle distanze. La cosa che più mi motiva e che più apprezzo del ruolo che ricopro oggi è l’ampio range di realtà e persone con cui ci si rapporta quotidianamente. Da assistant, infatti, lavoro su tanti clienti, e quindi settori, mercati, circostanze e tematiche differenti. Allo stesso tempo mi interfaccio con colleghi e referenti diversi, il che mi permette di imparare tanto ed in fretta.

GIULIA (Finance Transformation Senior Consultant, DELOITTE AUDIT & ASSURANCE): Ciao, sono Giulia ho 29 anni e mi sono da poco unita al team di Integrated Accounting Services dell’Audit & Assurance di Deloitte presso la sede di Roma. Dopo aver concluso gli studi in Economia aziendale con indirizzo Amministrazione, Finanza e Controllo, ho intrapreso un percorso di oltre tre anni nell’ambito della revisione contabile a Roma, la mia città di origine. Ho poi lavorato un anno nel Controllo di gestione presso uno studio legale a Milano. Per attitudine lavorativa e personale sono proiettata verso tutto ciò che è nuovo o a me sconosciuto: è per questo che negli anni ho cercato di ritagliarmi sempre del tempo per corsi di approfondimento professionali, dalle novità in materia di principi contabili all’utilizzo di nuovi strumenti informatici di data visualization.

MARK (Cyber Security Analyst, DELOITTE RISK ADVISORY): Sono Mark, ho 25 anni e sono da poco entrato a far parte di Deloitte come Cyber Security Analyst per la sede di Milano. Per quanto riguarda il mio background universitario, ho studiato al Politecnico di Torino dove ho raggiunto prima una Laurea triennale in Ingegneria Gestionale e successivamente una Laurea Magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni.
Ho sempre avuto la passione per il mondo dell’Information Technology e sono felice di aver l’opportunità di applicare le mie skills nella quotidianità. Mi piace programmare e l’interesse per la Cyber Security è nato proprio dalla necessità di proteggere il mio codice. Penso che la sicurezza informatica sia un settore fondamentale dello sviluppo tecnologico di qualsiasi realtà. Avere l’opportunità di toccare con mano le sfaccettature della materia è molto importante per creare un know-how applicabile a qualsiasi tecnologia appartenente al mondo IT e delle telecomunicazioni.

Cosa ti ha spinto a scegliere Deloitte?

CARLANDREA: Sono sempre stato attratto dal mondo della consulenza, sin dai primi anni universitari. Deloitte, per me, oltre ad essere una realtà leader ed all’avanguardia a livello globale, ha sempre rappresentato un’occasione unica di affermazione e di crescita sia professionale sia personale. Ho scelto questa azienda proprio perché investe molto nei giovani e nella loro crescita, permettendo loro di sviluppare skills sempre più fondamentali e di sperimentare tante diverse realtà professionali.
Ho, inoltre, scelto Deloitte perché sin dal primo giorno si ha la possibilità di mettersi in gioco e di iniziare ad imparare concretamente sul campo. Pur trattandosi di una realtà globale e quindi così vasta, è possibile riuscire a costruire un ambiente di condivisione ed inclusione tra tutti i colleghi, oltre a ciò non mancano mai momenti per confrontarsi, condividere idee ed imparare.

FEDERICA: Conosco la realtà Deloitte già dal periodo universitario ed ho avuto modo di approfondirne la conoscenza attraverso fiere e presentazioni, oltre che informandomi personalmente. Quando si è aperta l’opportunità, ho scelto Deloitte per il prestigio di cui l’azienda vanta a livello mondiale ed il riconoscimento di cui gode in tutti i settori in cui opera, frutto del lavoro di persone stimolanti e brillanti che ne costituiscono la forza motrice.
Le mie aspettative non sono state deluse in quanto in Deloitte ho trovato una realtà vasta, ma compatta e non dispersiva.

GIULIA: Inizialmente, a spingermi a compiere questa scelta è stata la volontà di mettermi in gioco al di fuori della mia “comfort zone” per arricchire le competenze che avevo maturato dalle mie precedenti esperienze professionali, e l’opportunità - che sentivo forte in Deloitte - di potermi confrontare ogni giorno con un contesto stimolante e dinamico, in cui fosse possibile apportare un reale valore aggiunto. Entrata direttamente in contatto con il mondo Deloitte, la conferma a fare questo passo è arrivata dall’aver trovato un ambiente improntato su fiducia e, dunque, responsabilità, ed elevata professionalità. Credo, inoltre, che sia fondamentale condividere le ambizioni e gli obiettivi della realtà per cui si lavora, nonché essere orgogliosi della propria firm di appartenenza: tutto ciò è stato determinante nella mia scelta.

MARK: Deloitte è una realtà professionale d’eccellenza che non ha bisogno di presentazioni, mi ha colpito fin da subito per il suo purpose «Make an impact that matters» e per i suoi valori, gli shared values, con i quali Deloitte si approccia ai propri clienti, alle persone e alla società. Per un neo-laureato Deloitte offre moltissime possibilità, infatti ognuno può trovare la sua strada tra le numerose disponibili nei vari business e function. In Deloitte ho trovato il posto giusto per poter consolidare i miei studi, il mio background e le mie passioni. Per me è stato quindi un onore aver avuto l’opportunità di entrare a far parte del mondo Deloitte con un ruolo così strategico e affine alle mie competenze e ai miei interessi.

Cosa hai sperimentato sinora e cosa ti aspetti da questa nuova avventura?

CARLANDREA: Seppur io lavori per Deloitte da pochi mesi, la sensazione che ho subito percepito è stata quella di entrare a far parte di una famiglia globale di professionisti, il cui intento principale consiste nel migliorarsi giorno per giorno affrontando sfide sempre più impegnative. Infatti, vengono messi a nostra disposizioni tantissimi strumenti per migliorare le nostre skills, coltivare i nostri interessi e prendere parte ad iniziative di varia natura. Vi è, inoltre, una grande ricerca ed attenzione al giusto bilanciamento tra vita professionale e vita privata.
Per quanto riguarda il futuro di questa avventura le mie aspettative sono molto alte, perché ho già avuto prova delle attenzioni che ci vengono rivolte per farci crescere come professionisti a tuttotondo. Tra i miei obiettivi principali vi è quello di poter apportare quanto più valore possibile a tutta Deloitte e di essere un giorno di supporto per le persone che verranno.

FEDERICA: La mia esperienza in Deloitte è iniziata seguendo un progetto di un ufficio diverso da quello di mia appartenenza, il che mi ha subito permesso di sperimentare la dinamicità di questo lavoro. Sono stata prontamente inserita nella vivacità e velocità di questo mondo nonostante le difficoltà dovute alla distanza fisica con i colleghi e i clienti. A posteriori, posso dire che la lontananza ci ha costretti ad utilizzare la fantasia per “restare connessi” e Deloitte non ci ha lasciati soli, organizzando eventi online e supportandoci a distanza. Oggi, che finalmente torniamo lentamente alla normalità, la mia curva di formazione è nel suo periodo di crescita massima in quanto siamo tornati a lavorare dai clienti e seguo tanti progetti contemporaneamente.
Dal futuro mi aspetto di allargare sempre di più il mio network lavorativo e personale intensificando i rapporti con i numerosi clienti di Deloitte e con i miei colleghi. Sono certa che il futuro mi riserverà sempre più responsabilità e sfide che non vedo l’ora di affrontare.

GIULIA: Nonostante il periodo di restrizioni e di intenso ricorso allo smart working sono stata accolta nel team fin dal primo giorno e ho avuto immediatamente modo di entrare nel vivo di diversi progetti in ambito Finance. Da questo percorso mi aspetto una crescita professionale continua e di qualità, resa possibile grazie alla versatilità del lavoro (sia a livello di attività progettuali che si è chiamati a svolgere che di industries e società servite) e all’approccio smart che caratterizzano questa realtà. Allo stesso tempo, mi aspetto di poter mettere in gioco le mie skill e conoscenze al meglio, di trasmetterle in maniera efficace al team e, in generale, di affrontare le sfide che ci aspettano sempre con dedizione, entusiasmo e inesauribile curiosità.

MARK: In questo momento sto lavorando all’interno di un Security Operations Center (SOC), in particolare mi sto occupando del monitoraggio e della gestione degli apparati di sicurezza. Grazie a Deloitte ho avuto l’opportunità di utilizzare i migliori software del settore. Sin dal primo giorno ho avuto la possibilità di seguire una formazione specifica, che continuerà nella mia carriera e sarà fondamentale per offrire il massimo livello di competenze professionali ai clienti ed al team.
Degno di nota è stato anche l’inserimento, infatti anche in questo periodo di distanziamento forzato, mi sono subito sentito incluso e accolto nel team.
Da questa nuova avventura mi aspetto di avere l’occasione di mettere disposizione le mie abilità e di continuare ad avere sempre nuove opportunità di conoscere ed approfondire nuove tematiche e tendenze del mondo IT.

L'hai trovato interessante?