Vita in Deloitte

Omar Cavalli

Cambia lenti per vedere i talenti

Non c’è cosa più bella che sentirsi a casa.
E puoi sentirti a casa in qualunque posto del mondo in cui ti trovi.
Tutto dipende dalla lente con cui guardi il mondo e da quanta luce fai entrare per sentirti come a casa.

Sono Omar, 10 anni fa ero un giovane universitario che ha sempre amato viaggiare, scoprire le mie origini e mondi nuovi, meglio in buona compagnia (credo nella forza del gruppo) e fare volontariato.

La mia avventura in Deloitte inizia il 6 Ottobre del 2010, data in cui metto per la prima volta piede in quest’azienda, con quello strano ma curioso gusto di essere in un nuovo posto del mondo in cui dover prendere ancora le misure e capire quali sono i tuoi spazi.

E ora vi posso garantire che nel mio percorso professionale in Deloitte ho sempre più realizzato di aver trovato una casa a misura d’uomo, dove poter coltivare interessi, passioni e talenti.

Negli anni ho maturato esperienza nell’Audit di società che operano nel settore bancario e finanziario. Il revisore è prima di tutto un professionista, un esperto di bilancio che è lo specchio della salute di un’azienda. Revisionare un bilancio significa quindi garantire che esso stesso mostri come va realmente la società, una fotografia della situazione patrimoniale e finanziaria senza inganni e deformazioni, che rappresenti dove si posiziona realmente la società, in termini di redditività, rispetto alle proprie aspettative ed ai propri piani previsionali, che consenta così alla Direzione di prendere delle decisioni sul proprio futuro e sulla propria strategia di azione, in modo che illumini la strada da percorrere per poter performare meglio.

Fare l’auditor oggi non significa solo e semplicemente ispezionare, controllare e spuntare un numero corretto…ho cambiato, man mano che crescevo, la lente con cui guardare a questo lavoro, una vera e propria professione!!

E ho sperimentato che essere auditor vuol dire affiancare il cliente, supportarlo per garantire un output di qualità, per creare valore aggiunto. Quando contatto il cliente perché il tabulato non quadra o perché nella compilazione di una lista di controllo qualcosa non torna sto facendo solo una minima parte del mio lavoro. Quando il cliente chiama perché chiede che tu, l’auditor ovvero quel professionista a cui il cliente si affida, sia un partecipante al tavolo su aspetti decisionali e strategici per l’azienda stessa, quando il cliente vuole e pretende che tu sia “a casa sua”, è lì che sto dando il meglio di me. È proprio lì che mi sento realizzato e soddisfatto: quando vengo visto e ritenuto un esperto (contabile) che possiede una comprensione a 360° del business del cliente, dall’idea alla concreta realizzazione, sino all’informazione e agli impatti che ogni operazione o scelta può avere sul mercato.

Si a 360°, proprio come un cerchio a tutto tondo, verde, che ti lascia spazio e speranza di trovare il tuo posto per dare il meglio!
Spero che un giorno, Deloitte possa contribuire a cambiare le lenti con cui guardate una professione che magari un po' vi attira e d’altro canto, forse, vi lascia ancora qualche perplessità. Deloitte vuole essere un segnale di fiducia per le potenzialità dei futuri giovani e talenti nel mondo.

Vuoi scoprire di più sul mondo Audit&Assurance? Visita la pagina dedicata.

L'hai trovato interessante?