Analisi

Telematica e veicoli connessi

L’evoluzione digitale del Fleet Management

L’introduzione di 5G e di strumenti IoT sempre più sofisticati, ha creato veicoli sempre più connessi, le cui potenzialità vanno ben oltre quelle dell’entertainment e dell’esperienza di guida nel settore consumer, ma possono cambiare il volto del Fleet Management a livello business, trasformando la flotta aziendale in un vero e proprio asset capace di generare vantaggio competitivo. Nonostante il 16% dei veicoli in Italia siano già dotati di una soluzione telematica, oggi la vera sfida consiste nello sfruttare il Cloud per creare una piattaforma in grado di raccogliere, processare e rendere disponibili i dati generati da ciascun veicolo.

Per questo motivo, Deloitte ha sviluppato il Deloitte Fleet Maturity Model, un modello che valuta non soltanto il livello di adozione dei dispositivi telematici, ma la loro capacità di definire e influenzare modelli e decisioni di business. Su una scala che prevede 5 livelli di maturità, le indagini condotte da Deloitte hanno verificato che la maggior parte delle aziende si attesta tra il Livello 1 ed il Livello 3, ma è a partire dal Livello 4 che la Telematica inizia a mostrare il suo impatto positivo sull’organizzazione. I vantaggi vanno dalla scelta di percorsi più efficienti al risparmio di carburante, dalla promozione di comportamenti di guida sicura, in grado di aumentare la sicurezza complessiva di veicoli e conducenti, alla manutenzione predittiva, in grado di ridurre costi e tempi delle riparazioni e aumentare la disponibilità dei veicoli. In altri termini, si tratta di intervenire sul TCO (Total Cost of Ownership) della flotta e aumentare l’efficienza delle risorse.

Una piattaforma telematica integrata permette di sfruttare il potenziale dei dati per migliorare la gestione della flotta e dei conducenti, studiando gli itinerari per ridurre i chilometri percorsi fino al 10% e gli straordinari fino al 15%, aumentando la produttività del 15%. Anche la sostenibilità ambientale può beneficiare delle possibilità della telematica, potendo ridurre i consumi di carburante del 25% e le emissioni tra il 20% e il 30% utilizzando i dati per una migliore pianificazione, oppure supportare gli obiettivi di elettrificazione della flotta, tramite comparazione 1:1 per valutare impatto della transizione e della gestione dei veicoli elettrici sulla flotta aziendale.

Tra i vantaggi offerti da una piattaforma telematica on Cloud, c’è la sua capacità di adattarsi semplicemente alle necessità e agli obiettivi di business di ciascuna industry. Ad esempio, una società di raccolta dei rifiuti può usare la piattaforma telematica in Cloud per collegare i propri veicoli per la raccolta dei rifiuti con l’ecosistema circostante. Interagendo con sensori dedicati ai singoli bidoni, le informazioni sul peso, la posizione e la qualità del rifiuto possono essere elaborate e utilizzate per raccogliere in un unico punto tutte le informazioni necessarie. Non solo l’azienda potrà calcolare con precisione i rifiuti prodotti da ciascun cittadino e preparare bollette adeguate, ma potrà anche fornire ai cittadini stessi informazioni puntuali, comunicando in tempo reale perché la spazzatura non sia stata ritirata o se sia stato conferito un rifiuto non adeguato.

Scarica il report
L'hai trovato interessante?