Posted: 12 Oct. 2021 3 minuti Tempo di lettura

Sostenibilità, una sfida da vincere anche per la professione legale

Il cambiamento climatico è una sfida collettiva, che sta impattando tutti i settori della nostra società. Una sfida, oltretutto, ormai diventata improcrastinabile.

Anche la professione legale si trova a fronteggiare una trasformazione senza precedenti. Noi avvocati siamo chiamati non solo ad adattarci a un’economia e a una società che cambia, ma anche a guidare un’evoluzione epocale. C’è bisogno di una professione legale orientata alla sostenibilità, che sia consapevole delle necessità più urgenti dei nostri clienti e delle nostre persone e che viaggi alla stessa velocità di questo mondo sempre più digitalizzato e globalizzato.

Per favorire uno sviluppo che vada in questa direzione, Deloitte Legal ha redatto e adottato il Manifesto dello Studio Legale Sostenibile, una dichiarazione di intenti - in linea con i principali Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030, approvata dalla comunità degli Stati delle Nazioni Unite – con la quale vogliamo promuovere obiettivi di sostenibilità, declinati non solo in chiave ambientale, ma anche etica e sociale. Il Manifesto, inoltre, si inserisce nell’ambito di WorldClimate, la strategia del nostro network per guidare scelte responsabili che abbiano un minor impatto sul cambiamento climatico e che si pone come obiettivo il raggiungimento di zero emissioni nette entro il 2030.

Il nostro Manifesto – rivolto a noi ma anche a a tutti gli oltre 245 mila avvocati d’Italia - si fonda su sei pilastri. Anzitutto l’eco-consapevolezza: è fondamentale conoscere la legislazione ambientale per aiutare le aziende a essere green e sostenibili. Sono altrettanto importanti l’accesso al diritto per tutti i cittadini e il binomio rappresentato da diversità e inclusione nel rispetto di ciascuna persona. Inoltre la centralità e il benessere del singolo sono il requisito essenziale in ogni contesto aziendale e organizzativo. In ultimo, ma non meno importanti, la competenza e l’essere pionieri dell’innovazione della professione legale nell’era digitale. Il mondo continua a evolversi, sta a noi indirizzarlo verso la giusta direzione con azioni concrete.

Scopri di più sull'autore

Carlo Gagliardi

Carlo Gagliardi

Managing Partner - Milano

Carlo Gagliardi è il managing partner di Deloitte Legal dal 1° giugno 2018. Prima di assumere la guida di Deloitte Legal Carlo ha maturato molteplici esperienze sia in ambito professionale sia in abito manageriale, sviluppando un’approfondita conoscenza delle dinamiche di gestione degli uffici societari e di rapporto con le Autorità, delle funzioni legali e di compliance interna aziendale. Avvocato specializzato in corporate, M&A ed equity capital markets, Carlo ha svolto la professione per oltre 13 anni presso prestigiosi studi nazionali e internazionali, prestando la propria assistenza in numerose e rilevanti operazioni straordinarie fino al 2012, anno nel quale ha lasciato la professione per entrare in Banca Popolare di Milano (oggi Banco BPM) dove è stato nominato General Counsel nonché presidente di WeBank S.p.A. e consigliere di amministrazione di Banca Akros S.p.A. e Banca Popolare di Mantova S.p.A.. Carlo ha contribuito alla ristrutturazione e al rilancio del gruppo bancario, curando la corporate governance, le operazioni di rafforzamento patrimoniale, i rapporti con le Autorità e, infine, i rapporti con la Banca Centrale Europea e le attività di asset quality review. Alla fine del 2014 viene nominato partner e general counsel di Investindustrial, dove segue le operazioni del fondo e siede nel consiglio di amministrazione delle società nel portafoglio. Nel 2018 entra in Deloitte Legal come partner dello Studio.