Food for Change

News

Food for Change

Un gesto responsabile

Da una collaborazione con Slow Food nasce Food for Change, una nuova, importante iniziativa di Fondazione Deloitte per dare una risposta concreta e immediata ai problemi della sostenibilità alimentare e ambientale.

Fondazione Deloitte inaugura il primo progetto di Food for Change con un testimonial d’eccezione, Carlo Petrini, fondatore di Slow Food.

Con Don’t Waste Food Fondazione Deloitte si impegna a favorire il recupero del cibo in eccedenza dei grandi eventi di Deloitte. Gli alimenti non consumati sono redistribuiti in tempo reale alle mense caritative e alle case famiglia per le persone in difficoltà. Questo semplice gesto permette di trasformare un’inefficienza in una risorsa per la società.

Inoltre, per preservare l’ambiente e la salute delle persone, Deloitte serve nei propri eventi, per quanto possibile, prodotti di stagione e a chilometro zero, in contenitori riciclabili o biodegradabili.

L’adozione di comportamenti responsabili è un impegno preso da Fondazione Deloitte ma è anche un impegno di ciascuno di noi.

«Food for Change è un’iniziativa per sensibilizzare le nostre 6.000 persone verso una maggiore attenzione al cibo», commenta Paolo Gibello, Presidente Fondazione Deloitte. «Non sprecare il cibo, essere più consapevoli negli acquisti, limitare il più possibile l’utilizzo di contenitori di plastica sono azioni che fanno parte della filosofia di Deloitte e della sua Fondazione. Food for Change si rivolge al nostro interno, ma non soltanto. Cercheremo di contaminare anche i nostri 7.400 clienti in Italia con l’obiettivo di generare un impatto importante sulla comunità».

L'hai trovato interessante?