Analisi

Consumer sentiment | Consumer Products

Dai consumi degli italiani emergono i primi segnali di ripresa

La situazione di lockdown, dovuta alla pandemia da Covid-19, ha portato a un cambiamento repentino delle modalità di acquisto e consumo. L’uso del canale online, ad esempio, ha visto una crescita vertiginosa: nel giro di pochi giorni si è passati da una situazione in cui i pattern di acquisto erano prevedibili e per la maggior parte realizzati in-store, a compere online effettuate con disinvoltura anche da parte dei più anziani.

Ora che la situazione sembra appianarsi e l’Italia sta lentamente uscendo dall’emergenza sanitaria, la fiducia e la sicurezza dei cittadini sembrano crescere, con un conseguente, seppur cauto, ritorno a spendere. La strada sembra quindi riaperta, sebbene ci sia ancora molto da fare e i tempi per la “nuova normalità” siano ancora difficili da stimare. Riuscire a cogliere i giusti segnali da parte della domanda, soprattutto nei consumi, e includere questi input nelle proprie valutazioni strategiche diventa cruciale in un momento in cui le aziende italiane stanno lavorando per adattarsi alla nuova normalità e cercano di recuperare terreno. In questo articolo, esploriamo i risultati del nostro Global State of the Consumer Tracker per approfondimenti sull’andamento dei consumi.

Come reagiscono i consumatori italiani? Qual è il grado di fiducia percepito nella ripresa delle attività quotidiane? Quali sono le intenzioni di spesa relative ai beni di consumo? Quali consumatori saranno decisivi nella ripresa? I risultati del Global Consumer Tracker offrono alcuni spunti di riflessione.

L'hai trovato interessante?