Comunicati stampa

Premio "Di Padre in Figlio"

Il gusto di fare impresa

45 le società in nomination per l’edizione 2015 del Premio. Si terrà sabato 28 novembre in Borsa Italiana la cerimonia di assegnazione del Premio assoluto per il miglior passaggio generazionale e la proclamazione delle 10 aziende vincitrici per categoria

E’ tutto pronto per il gran finale del Premio “Di Padre in Figlio – il gusto di fare impresa”, il prestigioso riconoscimento dedicato alle eccellenze dell’imprenditoria italiana promosso da N+1 con il supporto di Borsa Italiana e in collaborazione con Banca Albertini SYZ S.p.A., Deloitte, il fondo internazionale di private equity H.I.G. Capital e lo Studio Legale LCA.

La cerimonia per l’assegnazione del Premio si terrà sabato 28 novembre, alle ore 10 a Palazzo Mezzanotte (sede di Borsa Italiana), e vedrà la partecipazione delle 45 aziende in nomination che si contenderanno l’ambito riconoscimento per il miglior passaggio generazionale in Italia.

L’edizione 2015 ha registrato una grande adesione con oltre 140 candidature di aziende familiari che hanno saputo vincere la sfida del passaggio generazionale grazie al coraggio, alla preparazione e all’esperienza dei due attori principali: il padre e il figlio. Le aziende finaliste in nomination provengono da tutta Italia e da settori diversi - dal food&beverage alla meccanica, dal finance alla biochimica, dalla tecnologia al tessile e al design – con una presenza crescente di “quote rosa” alla guida della aziende. 

Con il vincitore assoluto verranno proclamate le dieci aziende vincitrici per categoria: “Piccola Impresa”, “Made in Italy”, “Storia e Tradizione”, “Giovane Imprenditore”, “Apertura del capitale”, “Internazionalizzazione”, “Innovazione”, “Performance Finanziaria”, “Donne al comando” e “Fratelli al comando”. A decretare i vincitori della VI edizione sarà una giuria indipendente, presieduta, quest’anno, da Enrico Sassoon (Board Member e Presidente del Comitato Affari Economici dell’”American Chamber of Commerce in Italy” e Chairman di “The Ruling Company”) e composta da esponenti e professionisti del panorama economico, finanziario e istituzionale italiano del calibro di Elisabetta Magistretti, Matteo Carlotti, Angelo Vergani, Giuseppe Corasaniti, Piercarlo Ceccarelli e Leo De Rosa.

 

L'hai trovato interessante?

Argomenti simili