Article

Banking and Capital Markets Outlook 2020

Rafforzare il core business per affrontare la prossima ondata di cambiamenti

ll Banking and Capital Markets Outlook esplora i trend che il settore dovrà affrontare e le opportunità offerte dai cambiamenti normativi e tecnologici

Il prossimo decennio porterà con se un’ondata di cambiamento più forte e pervasiva di quanto abbiamo vissuto fino ad oggi. L’arrivo di nuove tecnologie, la trasformazione della natura del lavoro, i cambiamenti demografici e climatici e una crescita economica rallentata, sono fattori che influenzeranno ampiamente il settore bancario. Le attività bancarie saranno più trasparenti e sicure, avverranno in tempo reale, ideate su misura, senza soluzione di continuità e profondamente integrate nella vita dei consumatori e dei clienti istituzionali.

Questi cambiamenti porteranno con sé una serie di opportunità. Nei prossimi anni, i leader del mondo bancario dovranno riesaminare le loro aspirazioni alla luce di queste novità, e fortificare le strutture fondamentali delle loro banche su diversi livelli, come l’infrastruttura tecnologica, la gestione dei dati, delle risorse umane e dei rischi. Comunque vada, le banche devono rimanere fedeli alla loro identità originaria di intermediari finanziari e custodi fidati dei beni dei propri clienti, abbinando la domanda con l’offerta di capitale.

Quali sono le tematiche principali affrontate dal Banking and Capital Markets Outlook 2020?

L’outlook offre una visione generale sull’andamento e i trend del 2020 che caratterizzeranno il settore Banking and Capital Markets, fra cui i cambiamenti in ambito normativo, tecnologico e legato al rischio.

Regolamentazione: Più complessa che mai. Le divergenze globali fra paesi, quest’ultime unite con una potenziale instabilità geopolitica e la possibilità di una recessione economica, stanno sfidando il rendimento del settore banking. Le banche devono prepararsi al meglio a livello di regolamentazione e di vigilanza bancaria, assicurandosi di utilizzare i più moderni principi di governance, risk management e compliance normativa.

Tecnologia: sarà necessario partire dalle basi. I problemi causati da tecnologie antiquate e i problemi legati alla qualità dei dati rappresentano le principali sfide per le banche, che potrebbero dover adottare un approccio back-to-basics nel 2020 prima poter trarre pienamente i benefici dalle tecnologie avanzate. 

Rischio: sfruttare la tecnologia per migliorare la gestione del rischio. Le banche dovrebbero perseguire un modello di gestione del rischio efficiente, rivalutando i principi di difesa per evitare di duplicare gli sforzi e migliorare l'architettura dei dati per creare nuovi strumenti e modelli di dati in grado di rilevare e combattere prontamente i rischi emergenti.

Talent: concentrarsi sul lato umano della trasformazione. Per sfruttare appieno le nuove tecnologie, le banche devono sforzarsi di ridefinire i ruoli professionali, adattandoli in modo da incoraggiare attività di livello superiore. Per coltivare leader competitivi interni, potranno ispirarsi ai contesti in cui i leader sono stati in grado di prosperare.

Retail Banking: le piattaforme sono il futuro. La pressione data dagli ambienti di mercato a basso rendimento e il rischio di un rallentamento economico potranno avere un impatto negativo sugli utili. Le banche devono continuare quindi a concentrarsi sulla gestione dei costi e accelerare gli sforzi di digitalizzazione.

Corporate Banking: generare prodotti e servizi di valore, oltre al semplice prestito. Le banche commerciali devono lavorare sulle proprie capacità di relazionarsi ai clienti offrendo nuove soluzioni commerciali. Dovrebbero quindi riflettere sulla digitalizzazione dei propri prodotti e servizi, delle loro funzioni di front e back office.

Transaction Banking: bisogno di cambiamenti notevoli. In un contesto di tassi bassi o negativi, le banche di transazione devono essere più attive nel fornire consulenza ai propri clienti aziendali, offrendo nuove soluzioni di liquidità, analisi dei dati e approfondimenti.

Investment Banking: più sforzo prima di qualsiasi guadagno. Nelle vendite e nel trading, la semplificazione post-negoziazione sta diventando una priorità urgente, visto che gli attori più grandi sono disposti a fare investimenti per semplificare e innovare queste infrastrutture. Client intelligence e self-service sono altri due temi principali da considerare per migliorare la customer experience.

Pagamenti: sono rilevanti ma si profilano ulteriori trasformazioni. Customer engagement, valore, rafforzare le misure di sicurezza e fornire ai clienti servizi in tempo reale, adatti alle loro esigenze, continuano ad essere elementi prioritari.

Gestione patrimoniale: la nuova essenza del rapporto bancario. Il miglioramento della customer experience sarà fondamentale. Oggi i clienti pretendono un’assistenza costante e in tempo reale. Per raggiungere questo obiettivo, le aziende devono privilegiare la digitalizzazione e l’aggiornamento del loro front-office. Il miglioramento della produttività dei consulenti sarà inoltre fondamentale di fronte alla pressione dei margini, per soddisfare le esigenze di conformità e fornire una customer experience di qualità superiore.

Infrastruttura di mercato: alla costante ricerca di una nuova identità. La ricerca di rendimenti stabili, margini più elevati e flussi di entrata alternativi, stimolerà l'innovazione dei prodotti e promuoverà ulteriormente il processo di consolidamento e acquisizione dei dati di mercato, tecnologia e analisi. Tuttavia, gli accordi cross-border potrebbero essere sottoposti a maggiori controlli.

L'hai trovato interessante?