Article

Insurance Outlook 2020

Strategie per essere competitivi nel mercato assicurativo e adattarsi a un'economia volatile

Resilienza. Questa è la parola che meglio descrive il settore assicurativo, che continua a generare profitti e a crescere nonostante le turbolenze finanziarie. Il settore è caratterizzato da due tendenze principali a livello globale: se da un lato si è alla ricerca costante dell'efficienza (tramite processi di automazione) e della variabilizzazione dei costi (tramite strategie di esternalizzazione e offshoring), dall’altro si continua a investire in modo proattivo per reinventare prodotti e modelli di business al fine di soddisfare le crescenti aspettative dei consumatori.

Tra le voci di spesa del budget IT si fanno spazio gli investimenti in analytics, intelligenza artificiale e funzionalità in grado di rendere i prodotti più flessibili e di migliorare la customer experience. I finanziamenti destinati all’InsurTech hanno raggiunto livelli record, ma solo il 25% degli investimenti proviene da compagnie assicurative. Un dato che conferma la tendenza del settore nel vedere le start-up come fornitori e non come partner o co-sviluppatori di innovazione.

I trend analizzati nell’Outlook delineano uno scenario in cui sarà necessario adottare un approccio più incentrato sul cliente, senza porre in secondo piano l’efficienza operativa e il rispetto delle normative presenti e future.

Quali sono le tematiche principali affrontate dall’Insurance Outlook 2020?

  1. Il settore assicurativo globale si sta sforzando di mantenere la propria redditività, nonostante l’instabilità dei mercati e delle condizioni economiche, reinventando al tempo stesso i propri prodotti, integrando nuove tecnologie nelle operazioni e nei modelli di business per affrontare nuove esposizioni e soddisfare le crescenti aspettative dei consumatori.
  2. Mentre la maggior parte della spesa IT degli assicuratori è ancora destinata al mantenimento di sistemi di legacy, i budget stanno iniziando a spostarsi dalle applicazioni core a quelle analitiche, di intelligenza artificiale e altre funzionalità avanzate per consentire ai prodotti di essere più flessibili e personalizzati e per offrire una migliore esperienza al cliente.
  3. Gli investimenti nell’InsurTech hanno raggiunto livelli record, anche se molte iniziative sono ancora da lanciare. Tuttavia, solo il 25% degli investimenti InsurTech del primo semestre 2019 provengono da assicuratori, la maggior parte dei quali continua a usare le start-up come partner di innovazione.
  4. Gli assicuratori dovrebbero aggiornare non solo i sistemi tecnologici e i modelli operativi, ma anche la gestione delle risorse e le politiche sul posto di lavoro per prepararsi alle conseguenze di un esodo previsto fra i baby boomer, e il divario significativo delle competenze digitali che ne seguirà.
  5. Sono attesi cambiamenti normativi e di regolamentazione che richiederanno investimenti significativi e cambiamenti fondamentali da parte degli assicuratori negli standard di vendita, contabilità, politica fiscale, sicurezza informatica e protezione della privacy. Tuttavia, queste nuove regole possono anche creare opportunità per rafforzare le vendite in mercati difficili come le rendite e la polizza per il rischio alluvioni.
  6. Gli assicuratori affronteranno la sfida di integrare l’innovazione nelle proprie tecnologie, nei propri modelli di business e nella gestione del talent, il che non sarà facile, data la resistenza al cambiamento che solitamente caratterizza il mondo assicurativo. Integrare modelli innovativi in maniera efficace può essere decisivo e un fattore di successo significativo per il settore nei prossimi 10 anni.
L'hai trovato interessante?