Analisi

Workforce

Strategie per la ripresa e la gestione delle risorse umane

Molte aziende stanno pianificando scenari e orizzonti temporali multipli nel passaggio dalla fase Respond a quella Recover. Altre stanno anche pianificando la gestione di un’eventuale nuova ondata di contagio, considerandone l’impatto globale. Di conseguenza, prevediamo una transizione graduale dalla fase Respond dal nuovo contesto di ripresa. Le organizzazioni devono prepararsi a diversi possibili sviluppi della pandemia e riconoscere che la ripresa sarà un processo di adattamento che, per ogni azienda, dovrà necessariamente declinarsi in base al settore e all’area geografica di riferimento.

La pandemia ha creato un imperativo e un'opportunità per le aziende di ingaggiare nuovamente le risorse umane e reinventare il contesto lavorativo. La più grande sfida per le organizzazioni durante in questa fase consisterà nel prepararsi per un ritorno alle attività e alle routine svolte in precedenza, ma pensando al contempo al nuovo contesto lavorativo. Nell’analizzare le strategie di workforce recovery, i leader dovrebbero definire il percorso da intraprendere identificando le priorità strategiche su cui agire in futuro. Il DNA futuro di qualsiasi azienda dovrebbe includere le seguenti linee guida:

  • Purpose: integrando il benessere e i contributi delle persone nella mission aziendale,
  • Potential: valorizzando il potenziale sia dei singoli che dei team, 
  • Perspective: definendo l’orientamento e i traguardi da cogliere in futuro.

La ripresa e il corretto riposizionamento nella nuova normalità richiedono la predisposizione di chiare e adeguate strategie per la gestione della forza lavoro. Il documento propone 5 dimensioni che dovrebbero guidare le strategie HR nel breve termine.

L'hai trovato interessante?