Analisi

IFRS 16

Leases

Affittare? Comprare? Esternalizzare? Tutti i nuovi scenari

L’ IFRS 16 farà “emergere” tutti i leasing nel bilancio dei locatari

Da più di 10 anni, lo IASB (International Accounting Standard Board) e il FASB (Financial Accounting Standard Board) lavorano congiuntamente per trovare una soluzione mirata a migliorare la trasparenza nei prospetti economico-finanziari dei locatari, rivenienti dai leasing, come richiesto dagli investitori, dagli analisti finanziari e dagli enti regolatori. Da questa riflessione condivisa, lo IASB ha pubblicato, il 13 gennaio 2016, il nuovo principio contabile IFRS 16 - Leases.

Attualmente, i contratti di leasing operativo non sono rilevati negli stati patrimoniali dei locatari, con effetti sulla comparabilità dei bilanci delle imprese operanti nel medesimo settore, specialmente tra quelle che acquistano i beni in proprietà e quelle che ricorrono al leasing.

In dettaglio, da una survey effettuata da IASB e FASB risulta che:

  • l’85% dei contratti di leasing non figurano nel bilancio delle imprese;
  • più di 2.000 Mds $ potranno “emergere” nei bilanci con l'introduzione dell'IFRS 16.

Con l’IFRS 16, dal punto di vista del locatario, non ci sarà più la distinzione tra i contratti di leasing. Tutti i contratti, sia il leasing operativo che il leasing finanziario, saranno contabilizzati in un unico modo nel bilancio dei locatari. 

La data di entrata in vigore dell’IFRS 16 è l' 1 gennaio 2019 e per una transizione agevole al nuovo principio è necessario giocare d’anticipo. La sfida è di anticipare tutti gli adattamenti operativi che il principio introdurrà e attivare tempestivametne tutte le possibili funzioni coinvolte: acquisti, servizi generali, sistemi informativi, tesoreria e affari legali e societari.

 

Percentuale delle imprese che presentano leasing come “operazioni fuori bilancio”

I cambiamenti e le sfide

Quali sono i cambiamenti e le sfide dell’IFRS 16?

Dal lato del locatario, le sfide sono maggiori e influenzano la strategia operativa degli investimenti e dei finanziamenti (i.e.lease or buy), il reporting finanziario, l’informativa finanziaria e il sistema informativo.

Dal lato del locatore, le sfide sono minori e riguardano principalmente il modello di business (specialmente l’adozione e la rinegoziazione di alcune clausole contrattuali che potrebbero essere richieste a beneficio del locatario), il bilancio e l’informativa finanziaria.

I Locatari

L’ IFRS 16 segna la fine della distinzione in termine di classificazione e trattamento contabile, tra leasing operativo (le cui informazioni sono fuori bilancio) e il leasing finanziario (che figura in bilancio). Il diritto di utilizzo del bene in leasing (cosiddeto "right of use") e l’impegno assunto emergeranno nello stato patrimoniale (l’IFRS 16 si applicherà a tutte le transazioni che prevedono un right of use, indipendentemente dalla forma contrattuale, i.e. leasing, affitto o noleggio). Questo cambiamento può impattare in modo profondo lo stato patrimoniale dei locatari. Al di là delle considerazioni contabili, il principio genera delle riflessioni di natura operativa. In materia di investimento, conviene ora acquistare il bene, stipulare un contratto di leasing o esternalizzare un servizio? Quali sono i punti di attenzione per i futuri contratti di lease? Tutte le funzioni dell’impresa sono quindi coinvolte dall’IFRS 16: finanza e tesoreria, acquisti, servizi generali e affari legali… ed ovviamente il sistema informativo.

Dal punto di vista del locatario suggeriamo 3 valutazioni strategiche per poter giocare d’anticipo:

  1. Strategia operativa di investimento e di finanziamento
    - Effettuare un reasseesment delle policy di investimento: natura del bene, flessibilità di utilizzo, costo del finanziamento, analisi del cambiamento operativo a seconda che si tratti di un acquisto o di un leasing;
    -  Domanda chiave: abbandonare il leasing a vantaggio dell’acquisto diretto? 
  2. Bilancio e informativa finanziaria:
    Anticipare gli effetti dell’IFRS 16 sui:
    - ratio dei rendimenti dell’attivo (i.e. asset turnover: ricavi / totale attivo);
    - ratio dei debiti e dei covenants bancari(i.e. gearing ratio: debiti / patrimonio netto); 
    - risultati operativi, finanziari e la performance in generale (i.e. EBITDA/EBIT); 
    - indicatori chiave per la remunerazione variabile del personale.
  3. Sistemi informativi
    - creare/acquistare un software di gestione informatizzata dei contratti  che permetta di conservare e catalogare i dati di tutti i contratti di lease, di procedere alle analisi e di estrarre le informazioni richieste secondo le esigenze dell’IFRS 16;
    - adattare i software contabili;
    - gestire le interfacce con gli strumenti di gestione e di contabilità.
I Locatori

Non vi sarà la simmetria di contabilizzazione con i locatari. I locatori continueranno ad avere un trattamento contabille distinto a seconda che si tratti di un contratto di leasing operativo o di un contratto di leasing finanziario (sulla base delle linee guida ad oggi esistenti).

Dal lato del locatore, il nuovo principio dovrebbe avere un impatto minore sul bilancio (salvo per gli intermediari finanziari) poiché l'accounting attuale non si modificherà, eccezion fatta per l’informativa finanziaria che dovrà essere quantitativamente e qualitativamente superiore alla precedente. Tuttavia, non bisogna sottovalutare la relazione tra locatore e locatario e le richieste che verranno presentate da quest’ultimo in fase di passaggio al nuovo principio. Sarà necessario adattare l’offerta commerciale, i processi e gli strumenti per rispondere alle nuove aspettative dei locatari.

Dal punto di vista del locatore suggeriamo 2 mosse strategiche per poter giocare d’anticipo:

  1. Business Model: anticipare le eventuali richieste da parte dei locatori relativamente a:
    - l’adozione e la rinegoziazione di certe clausole contrattuali;
    - le informazioni supplementari da includere nella contrattualistica e relative alle componenti del prezzo.
  2. Bilancio e informativa finanziaria:
    - produrre le informazioni aggiuntive da fornire in bilancio;
    - anticipare gli eventuali cambiamenti del modello di business nella comunicazione finanziaria.

Il nuovo principio riguarda tutti i leasing (compresi quelli presenti all’interno dei contratti di servizi, indipendentemente dalla forma legale del contratto). Ne sono esempio quelli del settore:    

  • Retail (e in generale settori con presenza di punti vendita in affitto)
  • Outsorcing / Call-Centers
  •  Aviation
  • Automotive
  • Energy / Utilities
  • Telecoms
  •  Information Technology
  • Transportation 

Il successo della transizione: i punti chiave per applicare l’IFRS 16 e anticipare i suo effetti operativi


1. Preparazione

  • Identificare l’insieme degli attori e dei processi in seno alla vostra organizzazione;
  • Prevedere una soluzione IT (contract reader / modellistica);
  • Raccogliere i contratti;
  • Estrarre i dati necessari;
  • Stimare l’impatto e le modifiche necessarie al sistema contabile;

2. Applicazione

  • Definire le policy e le procedure/parametri necessari al fine di esercitare il giudizio richiesto dal principio;
  • Stimare i tempi della prestazione (term);
  • Adottare il sistema informativo (strumenti e processi);
  • Trattare i dati contrattuali secondo le nuove disposizioni con l’ausilio di soluzioni tecnologiche ritenute adeguate;
  • Comunicare al mercato gli impatti attesi sugli indicatori di performance.

3.  Ottimizzazione

  • Decidere le strategie commerciali, d’investimento e le politiche di esternalizzazione e di sub-leasing;
  • Anticipare gli eventuali bisogni di rinegoziazione dei contratti esistenti;
  • Pilotare gli indicatori di performance in funzione delle priorità operative e finanziarie;
  • Standardizzare le modalità contrattuali.

Come può aiutarti Deloitte?

Anche se le aziende hanno tempo fino al 1/1/2019 prima di applicare IFRS 16, le attività di preparazione richieste sono significative e ora è il tempo di agire. Il team IFRS 16 di Deloitte è un gruppo multidisciplinare dedicato al supporto dell’implementazione con di questo complesso nuovo Standard. Deloitte, grazie alla sua posizione di leader e all’esperienza vantata nel campo del settore immobiliare, può offrire soluzioni tecnologiche avanzate e aiutare le aziende a gestire l’impatto del passaggio al nuovo Standard. 

Valutate l'impatto del nuovo Standard  richiedendo gli approfondimenti relativi ai principali cambiamenti e al vostro settore. Compila il form di richiesta per ricevere il materiale

 

(NOTE: con il modulo di richiesta si riceve la pubblicazione “A guide to IFRS16” e gli approfondimenti di settore ove rilevanti).

Download


Che impatto potrebbe avere l’introduzione di questo nuovo Standard sui vostri sistemi informativo-contabili?

Giocare d’anticipo: le domande chiave per una prima valutazione delle azioni da intraprendere.