Analisi

Consumer sentiment | Turismo e viaggi di piacere

È tempo di ripartire: guardando alla ripresa della domanda per il leisure travel

L’intera industria del turismo sta lavorando per riposizionare le aziende del comparto ed adattarsi al new normal. Per essere certi di lavorare davvero in ottica di ripresa, è fondamentale includere nelle proprie valutazioni strategiche anche la domanda, a partire dall’intenzione di spesa dei consumatori e i driver sottostanti che fungono da motore per le decisioni.  Questo perché la gestione di una compagnia aerea o di un hotel in un contesto in cui la domanda è fortemente indebolita dalle preoccupazioni in termini di salute e sicurezza richiederà probabilmente una risposta strategica specifica differente rispetto ad una situazione in cui invece i consumatori sono sempre più desiderosi di viaggiare, ma faticano a permetterselo economicamente.

Se è certo che le preoccupazioni per la salute e per la situazione economica personale saranno determinanti per le prossime stagioni turistiche, l'entità della loro influenza potrebbe diminuire a seconda dell’evoluzione della crisi COVID-19. Monitorare le evoluzioni del sentiment dei consumatori e cercare di intercettarne i bisogni potrebbe essere uno strumento utile e prezioso per posizionarsi efficacemente nello scenario della nuova normalità.  In questo articolo, esploriamo i risultati del nostro Global State of the Consumer Tracker per approfondimenti sull’andamento del turismo e dei viaggi in Italia.

Cosa rivelano i dati relativi alle preoccupazioni dei consumatori italiani su salute e finanze personali?  Quali sono le intenzioni relative alla pianificazione delle vacanze estive, quanto incide la sicurezza percepita nel riprendere a viaggiare e che intenzioni di spesa hanno gli italiani riguardo ai viaggi? I risultati del Global Consumer Tracker offrono alcuni spunti di riflessione.

L'hai trovato interessante?