Analisi

Global State of the Consumer Tracker

Un report interattivo e approfondito sul sentiment dei consumatori che Deloitte integra con nuovi aggiornamenti ogni mese

Il Global State of the Consumer Tracker fotografa i cambiamenti dei consumatori italiani e globali in termini di sicurezza, comportamenti di acquisto, spending intentions dopo l’emergenza Covid-19.

L’osservatorio di Deloitte è aggiornato periodicamente con l’obiettivo di individuare e approfondire i trend dei consumatori all’interno del settore dei beni di consumo.
Oggetto di analisi sono le propensioni ai consumi e alle attività ricreative, le preoccupazioni economiche, i nuovi valori e le abitudini di acquisto emergenti.

I dati utilizzati vengono raccolti in 23 paesi nel mondo coinvolgendo, ogni mese, mille diverse persone per nazione. Questa esplorazione dura da oltre due anni, durante i quali si è assistito a cambiamenti importanti nelle priorità dei consumatori, suggerendo nuove domande e nuovi insight.

Resta aggiornato con la piattaforma interattiva

Grazie alla dashboard, che viene aggiornata mensilmente, è possibile estrarre i risultati per area geografica e per settore secondo un'ampia gamma di variabili.

Clicca qui per consultare i dati del Deloitte Global State of the Consumer Tracker

All’interno del report globale, Deloitte rileva il Sentiment dei consumatori dopo il Covid-19, fornendone umore, timori e nuove predisposizioni, con un focus su introspection, wellbeing e work-life balance.

L’osservatorio approfondisce le intenzioni di spesa dei consumer, analizzandone il wallet ed entrando nel dettaglio dei loro Spending Intent.

Nel settore Retail Deloitte individua i trend di spesa più interessanti e le percezioni dei consumatori relative a inflazione, aumento di prezzi e attuali tendenze di mercato.

Tramite il focus sul settore Travel & Hospitality si indagano propensione a viaggiare, destinazioni di viaggio e business travel, dopo le insicurezze e i blocchi causati dalla recente pandemia.

Il Consumer Tracker analizza, inoltre, le intenzioni dei consumers legate all’acquisto o meno di nuovi veicoli e le ultime tendenze nel settore della mobilità e dell’Automotive.

Ultimo aggiornamento sui dati italiani: Luglio 2022 vs Giugno 2022

  • Per il mese di luglio, i dati rilevano una leggera crescita riguardo le preoccupazioni di natura economica: crescono i timori relativi ai risparmi disponibili sul proprio conto corrente, indipendentemente dalla fascia d’età e di reddito. La situazione internazionale e l’instabilità del contesto politico del nostro Paese accrescono i dubbi riguardo il futuro. Il risparmio resta quindi il criterio chiave per gli italiani: più della metà della popolazione propende a ritardare grandi acquisti, in particolare le fasce d’età fino ai 54 anni.
  • L’aumento dei prezzi è evidente non solo nel costo del carburante, dell’energia e gas ma anche dei beni alimentari e dell’abbigliamento. Lato consumer trends, rimane elevata la percentuale di coloro che temono nuovi rincari nel breve termine, in particolar modo sono gli over 55 (l’86%, contro l’82% per la fascia 35-54 anni e 70% per gli under 34).
    L’ottimismo rimane invece prerogativa dei più giovani: quasi il 52% crede che la propria situazione economica migliorerà nei prossimi 3 anni, a fronte delle fasce di popolazione più adulta.
  • Sul versante salute, nonostante il forte aumento dei contagi nel nostro Paese, i dati rilevano una generale sicurezza percepita dagli italiani in merito alla propria sicurezza, elemento che favorisce lo svolgimento delle attività quotidiane e la ripresa degli eventi di persona, inclusi quelli con grandi aggregazioni.

Le edizioni precedenti

Le dinamiche degli ultimi mesi di Travel e Spending dei consumatori italiani

Contenuti correlati

L'hai trovato interessante?